Erminio Macario in costume di scena

60f699323c12a10007f11ec0

Erminio Macario in costume di scena

Inventario
TEST. / RITRATTI 80

Notizie storico artistiche

Luogo della ripresa
Milano (?)
Data della ripresa
1960
Oggetto
Positivo
Materia e tecnica
stampa su carta
Orientamento
verticale
Misure immagine (in cm; hxb)
14,7x10,5
Indicazione di colore
b/n
Iscrizioni
Sul recto Macario ha scritto: "a Buttazzi Giovanni / con / tanti / auguri / caramente / Macario / 1960". Sul verso si legge: "Macario nei 'Balconi su Po' / da 'EL FNESTER DAVANTI' di A. Testoni"; nell'angolo inferiore destro è stato apposto il timbro del laboratorio fotografico. Nell'angolo superiore dello stesso lato compare la numerazione 4/38.
Fondo/Raggruppamento
Soggetto o iconografia
Erminio Macario in costume di scena
Bibliografia
"Alfredo Testoni. Sotto i portici e dietro le quinte", a cura di Davide Amadei e Vittoria Coen, Bologna, Minerva Soluzioni Editoriali, 2003; https://associazioneladolcevita.wordpress.com/2015/09/26/macario-il-comico-caduto-dalla-luna-la-sua-lunga-esperienza-cinematografica-e-i-suoi-successi/
Note
Erminio Macario (Torino, 1902 – 1980) è stato un popolare attore di teatro, cinema e televisione amatissimo dal pubblico; probabilmente il più grande comico puro italiano insieme a Totò. Al suo attivo contava quarantadue pellicole girate tra il 1933 e il 1976 e interpretate con grande talento e con una forza comica trascinante. La sua carriera lunga e piena di successi, lo vide protagonista -come si è scritto- con quella “faccia tonda come un uovo, col riccioletto in fronte, con quella cadenza unica, balbettante, si portava dietro un po' di Gianduia, un po' di Chaplin, era candido, malizioso e surreale”. Una delle maschere italiane più importanti del Novecento. Dopo un lunghissimo periodo dedicato al teatro di rivista, nel 1960 Macario decise di interpretare il ruolo del "pretino" nella commedia "I balconi sul Po", adattamento torinese del testo "El fnester davanti" scritto da Alfredo Testoni. La fotografia è dedicata a Giovanni Buttazzi, nipote dell'autore bolognese.